Svolta epocale, cambia il format della Coppa Italia: è la scelta giusta? Il Consiglio di Lega ha approvato la nuova formula della Coppa Italia: ridotto il numero dei partecipanti

coppa italia

Dalla prossima stagione cambierà il format della Coppa Italia. Nel corso di un Consiglio di Lega che si è svolto nel pomeriggio, infatti, è stato deciso di modificare la formula del torneo.

Coppa Italia, dalla prossima stagione nuovo format

Nel dettaglio, la nuova formula della Coppa Italia prevederà solo 40 squadre partecipanti (20 di A e 20 di B). L’inizio è fissato per il prossimo 15 agosto, data in cui scenderanno in campo subito 12 squadre di Serie A. L’obiettivo è quello di valorizzare il torneo e creare da subito sfide che siano appetibili per le televisioni.

Fino alla stagione in corso (2020/21), le squadre partecipanti alla Coppa Italia erano complessivamente 78: 9 dalla Serie D, 29 dalla Lega Pro, 20 dalla Serie B e 20 dalla Serie A. Le squadre della Serie D e 27 della Lega Pro, nel format attuale, entravano nel torneo nel primo turno eliminatorio. Poi toccava alle ultime due squadre di Lega Pro e alle 20 di Serie B (secondo turno eliminatorio), a 12 squadre di Serie A (terzo turno eliminatorio) e, infine, alle otto big della Serie A (negli ottavi).

La nuova formula è la scelta giusta?

La notizia non è stata accolta bene dagli appassionati e dagli stessi addetti ai lavori. La decisione della Lega di escludere le formazioni di Serie C e Serie D ha lasciato un solco di profonda amarezza in tutte quelle tifoserie che, in stile FA Cup, sognavano di poter sfidare le grandi squadre di Serie A. Il tutto per il solito motivo: i soldi e i diritti TV. Di fatti la Lega, con questa decisione, si è allineata in un certo senso alla Superlega, pensando soltanto agli interessi economici.

La nuova formula prevederà l’ingresso in campo delle prime 8 teste di serie in una seconda fase della competizione, cambiando poco rispetto all’attuale format che già non piace. Il calcio italiano ha perso ancora l’occasione per migliorare la Coppa Italia, riuscendo nell’impresa di peggiorare addirittura la precedente formula.

Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.