Studenti Unibo denunciano: “Obbligati a coprire occhi durante l’esame online. È svilente” Studenti Unibo denunciano: "Obbligati a coprire occhi durante l'esame online. È svilente". È successo nella Facoltà di Filosofia dell'Alma mater

L’episodio che ha indignato i tanti studenti Unibo è successo nella Facoltà di Filosofia dell’Alma mater di Bologna. Stando a quanto riportato in queste ore, il professore avrebbe adottato una “pratica inaccettabile” per non permettere agli studenti di copiare durante lo svolgimento dell’esame orale online.

Le altre testate locali riportano che l’associazione studentesca Link, la quale promuove forme di didattica alternativa “basati sulla narrativa e sull’interattività”, ha denunciato l’episodio verificatosi quest’oggi. Per dimostrare al docente universitario di non ”barare” leggendo durante l’esame online alcuni studenti della Facoltà di Filosofia dell’Unibo sarebbero stati costretti, dunque, a coprirsi gli occhi.

Le parole di Lorenzo Baldino sull’accaduto

E’ inconcepibile che con tutti i nuovi metodi di insegnamento online alcuni insegnanti ritengano di dover utilizzare pratiche svilenti come questa– dichiara Lorenzo Baldino, coordinatore di Link – per questo abbiamo contattato gli organi della Facoltà, con cui stiamo collaborando per prevenire futuri casi come questi. Ci sono pratiche alternative nella didattica e nella valutazione, non servono metodi come questi che frustano la dignità degli studenti Unibo”.

Secondo l’associazione quasi tutti i corsi dell’Ateneo sono dotati di una “didattica frontale e di una valutazione punitiva, metodi che non valorizzano il ruolo degli studenti e la loro partecipazione al processo formativo e che stimolano disturbi legati all’ansia“. Per questo, Link propone che parte dei dipartimenti dell’Università di Bologna “inizino a sperimentare forme di didattica alternativa, basati sulla narrativa e sull’interattività“.

Una proposta che, alla luce di quanto esposto dall’associazione, sia più consona ai fini del percorso universitario e formativo degli studenti Unibo. Si chiede dunque una didattica priva di metodologie che possano influire negativamente, non solo sullo studio, ma anche e soprattutto sulla serenità degli universitari.

PER TUTTE LE NEWS, CLICCA QUI

 

 

 

Tagged:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.